In offerta!

BRANCH TABLE CAPPELLINI

Caratteristiche del prodotto

Il Tavolo Branch Table firmato Cappellini, disegnato da Jakob Wagner, è un tavolo che ruota intorno all’importanza del basamento. Le linee leggere, ma intricate strizzano l’occhio all’Art Decò in una rivisitazione decisamente contemporanea. Affatto banale è la forma del piano, proposto nella versione a botte, un modo per mantenere la convivialità delle linee curve senza eccedere negli spazi.

Caratteristiche tecniche del Branch Table

Tavolo con basamento ottenuto dal collegamento di elementi modulari realizzati in alluminio pressofuso verniciato in finitura antracite. Piano in cristallo trasparente extrachiaro temperato spessore 1,5 cm. Misure: L 170 cm x P 120 cm x H 73 cm.

Il Consiglio del Designer

Branch Table è un tavolo ambiguo. Leggero, ma complesso; essenziale, ma imponente; informale, ma elegante. Questa caratteristica lo rende estremamente versatile; non è un tavolo che trafigge gli spazi, al contrario si adegua all’ambiente che gli viene proposto, adattandosi alle esigenze del contesto. Il basamento è l’elemento caratterizzante, pur riuscendo a comunicare con molteplici tipologie di complementi. Ecco quindi che in zona dining il Branch Table può essere accompagnato dalle sedie Bac, mentre in un living può avere come sfondo la libreria Aliante. Ad illuminare il piano in vetro il grappolo a sospensione Meltdown.

Politica di Spedizione e Reso

Spedizione inclusa in Liguria. Fuori dalla Regione e all’estero il costo del trasporto verrà conteggiato in base alla distanza.

Storia del Brand

La storia della ditta Cappellini inizia nel 1946 con una piccola bottega a Carugo, in piena Brianza. Gli anni Ottanta vengono inaugurati con i contenitori componibili Sistemi, una produzione in serie che combina estetica e funzionalità, aprendo di fatto il design alla possibilità di personalizzazione. Negli stessi anni iniziano le collaborazioni con importanti designer di fama internazionale come Shiro Kuramata, Jasper Morrison, Marc Newson e Tom Dixon. Negli anni Novanta il catalogo Cappellini si arricchisce con la sezione di oggettistica, un modo di concepire la casa a 360°. Nel 1993 inizia la produzione dell’iconica Proust Chair disegnata da Alessandro Mendini, ancora oggi uno dei pezzi identitari dell’azienda. Nel 2022 Giulio Cappellini vince il Compasso d’Oro alla carriera, un importante riconoscimento che suggella il suo percorso di continua lettura e rilettura dei fenomeni del design, capace di proiettare le sue azioni nella contemporaneità attraverso la propria personale poetica e il rapporto con i tanti giovani talenti da lui sostenuti.

1 disponibili

2.400,00 

Per montaggio, tagli a misura e spedizioni particolari contattaci per un preventivo

CHIEDI INFO